Valore generato e distribuito

Nel 2013 SEA ha generato valore economico per un importo pari a 657 milioni di euro, in crescita del 3,9% rispetto all’anno precedente. Nell’ultimo triennio il Gruppo è stato protagonista di una crescita costante, attestata da un Cagr pari al 5%.

Prospetto del valore economico generato e distribuito dal Gruppo (migliaia di euro)

  201120122013
Valore economico direttamente generato   595.878 632.294  657.080
a) Ricavi  Ricavi di gestione 595.878 632.294 657.080
Valore economico distribuito    549.028 617.792 606.236
b) Costi operativi riclassificati Costi di materiali di consumo e altri costi operativi  194.273 203.104 203.319
c) Retribuzioni e benefit delle risorse umane Costi del lavoro  250.355 256.188 250.344
d) Pagamenti ai fornitori di capitale  Oneri finanziari e dividendi distribuiti nell’esercizio  62.173 121.968 111.117
e) Pagamenti alla Pubblica Amministrazione  Imposte sul reddito corrente e oneri tributari  41.028 35.511 40.591
f) Investimenti nella comunità  Liberalità, sponsorizzazionie collaborazioni  1.199 1.021 865
Valore economico trattenuto     
Calcolato come differenza tra il valore economico generato e il valore economico distribuito  46.850 14.502 50.844

Fonte: SEA

Valore economico distribuito - 2013

Valore economico distribuito – 2013

Il valore economico distribuito è cresciuto mediamente nel triennio, passando da 549 milioni nel 2011 a 606,2 milioni nel 2013 (Cagr 5,1%), ma facendo rilevare una flessione nell’ultimo anno dell’1,9%.

Nel 2013 alla remunerazione del personale sono stati destinati 250,3 milioni di euro, pari al 41,3% del valore distribuito e al 38,1% di quello generato. 

Nel corso del triennio 2011-2013 tale quota di valore, dopo il lieve incremento registrato nel 2012 (256,7 milioni nel 2012) pur in presenza di una diminuzione di organico, si è attestata attorno ai 250 milioni di euro. Ciò ha determinato una sensibile riduzione della sua incidenza sul totale del valore distribuito, che era pari al 45,6% nel 2011 mentre nel 2013 corrisponde al 41,3%. 

Nel triennio in questione si è invece mantenuta su significativi livelli di importanza, sia in termini assoluti (62,2 milioni di euro nel 2011, 121,9 milioni di euro nel 2012 e 111,1 milioni di euro nel 2013), sia come incidenza sul totale del valore distribuito (rispettivamente l’11,3% nel 2011, il 19,7% nel 2012 e il 18,3% nel 2013) la quota di valore indirizzata ai fornitori di capitale dell’organizzazione (azionisti e istituti di credito), in particolare sotto forma di dividendi (ordinari e straordinari) che nel 2011 sono ammontati a 41,8 milioni di euro, nel 2012 a 102,8 milioni di euro e nel 2013 a 88,9 milioni di euro.

L’aliquota di valore riservata ai fornitori di beni e servizi è stata pari a 203,3 milioni di euro nel 2013 (sostanzialmente allineata all’anno precedente) e incide per il 33,5% del valore complessivamente distribuito, mentre quella destinata alla Pubblica Amministrazione sotto forma di imposte e tasse è stata pari a 40,6 milioni di euro nel 2013 (6,7% del valore distribuito). 

E’ stata infine pari allo 0,14% nel 2013 la fetta di valore distribuito indirizzato destinata alla società e al territorio, corrispondente alla somma delle liberalità erogate ad enti e associazioni del terzo settore a titolo di supporto per progetti di carattere culturale, umanitario, scientifico e sportivo.