Risorse Umane

L’anno 2013, in continuità con gli anni precedenti, ha rilevato una crescente complessità dovuta al permanere della crisi economica sul mercato del trasporto aereo che ha comportato una sempre crescente focalizzazione sui temi dell’efficienza e contenimento dei costi.

In relazione a organici e costo del lavoro, anche per il 2013, sono stati attivati gli ammortizzatori sociali della Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS) e della procedura di mobilità in ottica di ottimizzazione ed efficientamento. A queste azioni, si sono affiancati progetti e interventi rivolti anche agli altri costi operativi e di funzionamento delle strutture organizzative.

Nel corso dell’anno, nel contesto già particolarmente complesso, è intervenuta la decisione della Commissione Europea in relazione ai presunti aiuti di Stato nei confronti della Controllata SEA Handling. Questa decisione ha reso particolarmente complessa la definizione dell’evoluzione dei servizi di handling e del perimetro occupazionale a questi collegati. La decisione della Commissione ha conseguentemente influenzato in modo significativo i temi della gestione e delle relazioni industriali.

Seppure in un contesto così incerto e complesso, i principali processi legati alle Risorse Umane (formazione, sviluppo e gestione) sono stati implementati al fine di garantire una continuità di intervento e incentivare la valorizzazione di tutti i contributi e le competenze presenti per il raggiungimento degli obiettivi aziendali e dell’eccellenza operativa. In particolare, continua l’attenzione ai temi dello sviluppo delle competenze e della comunicazione interna in modalità 2.0.

Nel corso del 2014, la funzione Risorse Umane sarà fortemente impegnata, oltre che nel consueto contributo agli obiettivi aziendali complessivi di redditività ed efficientamento, anche nell’implementazione dei processi definiti per la cessazione della Controllata SEA Handling e lo start up della nuova Società Airport Handling.