Diversità e pari opportunità

La presenza femminile nel Gruppo SEA si concentra in particolare nella popolazione impiegatizia, risultato dell’importante presenza nelle aree del front end (accettazione passeggeri e imbarchi, accoglienza Club SEA) e, al 31 dicembre 2013, rappresenta il 31% dell’organico.

Evoluzione organico Gruppo SEA per genere e categoria professionale al 31 dicembre (n.)

Categoria professionale 2011Totale 20112012Totale 20122013Totale 2013
DonneUomini DonneUomini DonneUomini
Dirig-Quadri 106 240 346 106 240 345 113 242 355
Impiegati 1.341 1.539 2.880 1.363 1.539 2.903 1.356 1.498 2.854
Operai 78 1.786 1.864 79 1.727 1.806 77 1.700 1.777
TOTALE 1.525 3.565 5.090 1.548 3.506 5.054 1.546 3.440 4.986
Ripartizione % 30,0% 70,0% 100% 30,6% 69,4% 100% 31,0% 69,0% 100%

Fonte: SEA

La maggior presenza di uomini nella categoria operaia è invece il risultato della specifica normativa sulla movimentazione manuale dei carichi che, attraverso l’indicazione di un diverso indice di sollevamento, discrimina la popolazione lavoratrice femminile rispetto a quella maschile.

Evoluzione organico Gruppo SEA per età, genere e categoria professionale al 31 dicembre (n.)

Categoria professionaleFasce di età Donne Totale DonneFasce di età Uomini Totale UominiTotale
 30-50<30>50 <3030-50>50  
  2011
Dirigenti e Quadri - 78 28 106 1 125 114 240 346
Impiegati 38 1.179 124 1.341 24 1.218 297 1.539 2.880
Operai - 70 8 78 22 1.525 239 1.786 1.864
TOTALE 38 1.327 160 1.525 47 2.868 650 3.565 5.090
Ripartizione % 0,7% 26,1% 3,1% 30,0% 0,9% 56,3% 12,8% 70,0% 100%
  2012
Dirigenti e Quadri - 72 34 106 - 114 126 240 346
Impiegati 36 1.160 167 1.363 20 1.159 360 1.539 2.902
Operai - 66 13 79 17 1.414 296 1.727 1.806
TOTALE 36 1.298 214 1.548 37 2.687 782 3.506 5.054
Ripartizione % 0,7% 25,7% 4,2% 30,6% 0,7% 53,2% 15,5% 69,4% 100%
2013
Dirigenti e Quadri - 70 43 113 - 112 130 242 355
Impiegati 38 1.137 181 1.356 20 1.128 350 1.498 2.854
Operai - 66 11 77 18 1.384 298 1.700 1.777
TOTALE 38 1.273 235 1.546 38 2.624 778 3.440 4.986
Ripartizione % 0,8% 25,5% 4,7% 31,0% 0,8% 52,6% 15,6% 69,0% 100%

Fonte: SEA

Gap retributivo di genere

Le retribuzioni medie di uomini e donne differiscono soprattutto in relazione al trattamento retributivo complessivo (reddito annuo): il dato è condizionato in particolare dal riconoscimento di diverse indennità legate all’effettuazione di turnistica in fasce della giornata o della settimana più disagiate.

Per la categoria impiegati il differenziale è conseguenza di una presenza femminile con inquadramento contrattuale mediamente più elevato nell’ambito della stessa.

Il differenziale tra uomini e donne più elevato all’interno della categoria Dirigenti-Quadri è conseguenza della ridotta presenza femminile fra le posizioni dirigenziali di maggior seniority.

Rapporto dello stipendio e della remunerazione donna/uomo per categorie

Categoria professionaleRAL (1)Reddito (2)
2012201320122013
Dirig-Quadri 82% 83% 78% 77%
Impiegati 103% 103% 95% 96%
Operai 92% 92% 85% 90%
TOTALE 106% 106% 99% 99%

(1) Rapporto tra la Retribuzione annua lorda media delle donne e quella degli uomini.

(2) Rapporto tra il Reddito annuo medio delle donne e quello degli uomini.

Fonte: SEA