L'indagine sugli stakeholder

L’indagine sulla valutazione del profilo identitario, della reputazione e della qualità delle relazioni di SEA con i propri principali pubblici di riferimento è stata realizzata nei mesi di dicembre 2013 e gennaio 2014 da Doxa, primario istituto di indagini demoscopiche.

Sono stati intervistati complessivamente 150 stakeholder appartenenti alle categorie: clienti Aviation e Non Aviation, autorità di controllo, fornitori, mondo bancario e finanziario, business community del territorio, giornalisti. Si riportano di seguito i risultati dell’indagine relativi alle valutazioni espresse dalla generalità del campione intervistato sulle caratteristiche identitarie e sui fattori connotanti l’immagine di SEA. Le evidenze riguardanti le valutazioni espresse dalle diverse categorie di stakeholder sugli aspetti specifici della loro relazione con SEA sono state inserite a corollario dei paragrafi riguardanti i fattori di vantaggio competitivo, le relazioni con fornitori, clienti e società e territorio.

L’identità di SEA percepita dagli stakeholder

La valutazione complessiva di SEA da parte degli stakeholder intervistati resta molto positiva, e la media generale dei giudizi risulta in linea rispetto alla rilevazione precedente. Le valutazioni migliori sono state espresse dalla categoria del mondo bancario e finanziario (in leggera diminuzione rispetto al sondaggio del 2013) e da quella dei fornitori. Meno elevate, sebbene del tutto positive le opinioni di clienti Aviation, Non Aviation e dalle autorità di controllo, mentre risulta ancora in calo la valutazione degli esponenti della società e delle istituzioni territoriali.

Se dovesse valutare SEA con un voto da 1 a 10 che voto darebbe?

 201120132014
Fornitori 7,5 6,5 7,1
Clienti Aviation 7,5 6,2 6,7
Clienti Non Aviation 7,4 6,8 6,9
Autorità di Controllo 6,5 6,8 6,9
Mondo bancario/finanziario 7 7,5 7,1
Società/Territorio 7 6,9 6,2
Media generale 7,2 6,7 6,6

Fonte: 2011, 2013 – SWG, Indagine sugli stakeholder del Gruppo SEA

2014 – Doxa, Indagine sugli stakeholder del Gruppo SEA

Nell’opinione degli stakeholder SEA, la percezione del cambiamento positivo è comunque elevata anche se, rispetto alla rilevazione precedente, ha subito un sensibile ridimensionamento.

Percezione del cambiamento di SEA negli ultimi 2/3 anni

 201120132014
È cambiata 80,2% 49% 68%
È rimasta uguale 14,9% 29% 30%
È cambiata in meglio 86,4% 77% 65%
È cambiata in peggio 11,1% 18% 33%

Fonte: 2011, 2013 – SWG, Indagine sugli stakeholder del Gruppo SEA

2014 – Doxa, Indagine sugli stakeholder del Gruppo SEA

La valutazione del rapporto con SEA resta molto positiva (il 78% del campione lo giudica costruttivo e utile), sebbene in leggero arretramento rispetto alla rilevazione precedente.

Valutazione complessiva del rapporto con SEA

 201120132014
Costruttivo 60,4% 50,7% 41%
Utile 27,7% 29,6% 37%
Inutile 1% 1,4% 7%
Dispersivo 1% 4,2% 5%

Fonte: 2011, 2013 – SWG, Indagine sugli stakeholder del Gruppo SEA

2014 – Doxa, Indagine sugli stakeholder del Gruppo SEA

Il livello di fiducia espresso dagli stakeholder nei confronti di SEA aumenta sensibilmente (l’86% del campione intervistato ha dichiarato di nutrire molta/abbastanza fiducia, contro il 77,5% della rilevazione precedente).

Livello di fiducia in SEA

  2011  2013 2014
 Molta fiducia    31,7%   21,1%  21%
 Abbastanza fiducia    60,4%   56,4%  65%
 Poca fiducia   6,9%   12,7%  13%
 Nessuna fiducia    1%   2,8%  1%

Fonte: 2011, 2013 – SWG, Indagine sugli stakeholder del Gruppo SEA

2014 – Doxa, Indagine sugli stakeholder del Gruppo SEA

La valutazione degli elementi caratterizzanti l’identità di SEA

L’identità percepita di SEA, così estrapolabile dalla valutazione dei suoi elementi caratterizzanti, mostra un riallineamento dei dati con la rilevazione del 2011. I fattori positivi che risultavano ampiamente riconosciuti dagli stakeholder, come l’affidabilità, la solidità, la vicinanza e la propensione a un comportamento socialmente responsabile sono rimasti in territorio positivo, mentre la dinamicità ha subito un cambiamento di segno. È continuata la crescita degli attributi negativi, quali la burocraticità e l’approccio monopolistico.

Aggettivi di caratterizzazione valutati su differenziale semantico

Aggettivi di caratterizzazione valutati su differenziale semantico

La valutazione delle competenze distintive di SEA

I fattori che, ad avviso di SEA, rappresentano i punti di forza dell’azienda stessa – ovvero gli asset immateriali che l’organizzazione ritiene di possedere e coltivare e che considera come gli elementi che marcano la propria distintività rispetto a altri operatori del medesimo settore – sono stati valutati dagli stakeholder per verificare il loro grado di riconoscimento di tali caratteristiche. Ne è emerso, un quadro complessivamente positivo, che contempla alcune punte di eccellenza rappresentate primariamente dal rispetto che l’azienda usa nelle relazioni con i propri interlocutori, dalla ricerca di nuove opportunità e sviluppo e dalla capacità di innescare, stimolare e accelerare lo sviluppo economico del territorio circostante la sede degli aeroporti, (nonostante quest’ultima sia in diminuzione rispetto alle rilevazioni precedenti).

Altri elementi distintivi, confermati in entrambe le sessioni d’intervista, sono rappresentati dalla “resilience” che l’azienda è in grado di esprimere quando si trova di fronte a situazioni difficili, dalla competenza professionale e relazionale del personale SEA, e nella leadership che esprime nel proprio settore di riferimento. Le competenze aziendali meno riconosciute dagli stakeholder sono quelle relative alla operatività rispetto agli altri, all’eccellenza dei servizi offerti, alla disponibilità al dialogo, al confronto con la comunità locale, alla chiarezza, alla trasparenza e alla tempestività della comunicazione (anche se in crescita rispetto alla rilevazione del 2013).

Valutazione delle competenze distintive di SEA

Valutazione delle competenze distintive di SEA

Management team

Il Gruppo SEA ritiene di disporre di una struttura organizzativa e manageriale in grado di supportare la crescita e l’attuazione delle linee strategiche delineate, in particolare grazie alla consolidata esperienza delle figure manageriali di vertice in grandi aziende operanti in settori complessi e, in particolare, nel trasporto aereo. In particolare, l’azienda ha dimostrato sia di saper reagire alle sfide imposte da momenti di contrazione del business (de-hubbing di Alitalia, crisi economica e finanziaria) sia di saper sfruttare le opportunità di crescita e sviluppo ricorrendo alla flessibilità gestionale, alla rimodulazione delle strategie, nonché all’anticipazione delle tendenze principali di mercato.

Giudizio degli stakeholder sul management di SEA (scala 1-5)

 Fornitori Clienti AviationClienti Non Aviation Mondo bancario/ e IstituzioniSocietà 
Competenza  3,94 4,10 4,40 4,20 3,80
Affidabilità  4,11 3,67 4,33 4,20 3,75
Correttezza  4,11 3,90 4,33 4,20 3,69
Apertura/Disponibilità  4,00 3,93 4,47 4,10 3,58

Fonte: Doxa, Indagine sugli stakeholder del Gruppo SEA 2014

La qualità manageriale di SEA viene riconosciuta dai principali stakeholder aziendali, che attribuiscono valutazioni mediamente più che positive alle caratteristiche di competenza, affidabilità, correttezza e disponibilità emerse nelle loro interazioni con il gruppo dirigente aziendale.